ManyFoto.com: photos from the world.

Getting started:

  1. Select the country.
  2. Find location in the text box
    [ Type in an address or City/locality: ]
  3. If necessary change the search radius.
  4. If necessary you can move the marker on the map.
  5. Start the search with
    [ See the photos ]

Or use:

  1. [ Search in ManyFoto.com by Google ]
Note:
manyfoto.com uses the Flickr API but is not endorsed or certified by Flickr.
How to get to Aprigliano (Calabria) Hotel Aprigliano (Calabria)

Photos of Aprigliano, Calabria

photos found. 21. Photos on the current page: 15
1 
1
Pedace
Pedace
  • Author: troyvespa Follow on flickr foto flickr
  • Date of photography: 2014-09-11 17:30:35
  • Geographical coordinates of the taken: 39°16'23"N - 16°20'21"O
  • License*: All Rights Reserved - photo in flikr foto flickr
    *The photographs are copyrighted by their respective owners.
Pedace
Pedace
  • Author: troyvespa Follow on flickr foto flickr
  • Date of photography: 2014-09-11 17:33:11
  • Geographical coordinates of the taken: 39°16'23"N - 16°20'21"O
  • License*: All Rights Reserved - photo in flikr foto flickr
    *The photographs are copyrighted by their respective owners.
Find the Best Accomodations located to Aprigliano, Calabria
  • New deals listed every day
  • FREE cancellation on most rooms!
  • No booking fees, Save money!, Best Price Guaranteed
  • Manage your booking on the go
  • Book last minute without a credit card!
  • Find out more at Booking.com Reviews
Hotel Aprigliano
Pedace al tramonto
Pedace al tramonto
  • Author: troyvespa Follow on flickr foto flickr
  • Date of photography: 2014-09-11 17:54:35
  • Geographical coordinates of the taken: 39°16'23"N - 16°20'21"O
  • License*: All Rights Reserved - photo in flikr foto flickr
    *The photographs are copyrighted by their respective owners.
Ferrovie Calabro-Lucane, Pedace (CS)
Ferrovie Calabro-Lucane, Pedace (CS)
  • Author: iz8esx Follow on flickr foto flickr
  • Date of photography: 2012-11-23 15:48:06
  • Geographical coordinates of the taken: 39°16'8"N - 16°19'26"O
  • FCL Station, Pedace (CS)
  • License*: Attribution License - photo in flikr foto flickr
    *The photographs are copyrighted by their respective owners.
M4 406
M4 406
  • Author: Alessandro Ruelé Follow on flickr foto flickr
  • Date of photography: 2017-12-07 20:40:54
  • Geographical coordinates of the taken: 39°13'53"N - 16°19'42"O
  • Transito spedito per la M4 presso Figline-Cellara
  • License*: All Rights Reserved - photo in flikr foto flickr
    *The photographs are copyrighted by their respective owners.
Ra3053 FC
Ra3053 FC
  • Author: NinoE402B Follow on flickr foto flickr
  • Date of photography: 2013-03-02 10:59:42
  • Geographical coordinates of the taken: 39°16'8"N - 16°19'27"O
  • Foto scattata giorno 2 marzo 2014 presso la stazione di Pedace (CS). Rimorchio accantonato delle Ferrovie della Calabria risalente agli anni 90, anche prima.
  • License*: All Rights Reserved - photo in flikr foto flickr
    *The photographs are copyrighted by their respective owners.
Natura incontaminata.
Natura incontaminata.
  • Author: NinoE402B Follow on flickr foto flickr
  • Date of photography: 2013-03-02 11:41:28
  • Geographical coordinates of the taken: 39°16'12"N - 16°19'48"O
  • Passeggiata sulla linea delle Ferrovie Calabro Lucane in direzione di San Giovanni in Fiore, linea attualmente dismessa.
  • License*: All Rights Reserved - photo in flikr foto flickr
    *The photographs are copyrighted by their respective owners.
Rinfornimento idrico.
Rinfornimento idrico.
  • Author: NinoE402B Follow on flickr foto flickr
  • Date of photography: 2013-03-02 12:08:26
  • Geographical coordinates of the taken: 39°16'8"N - 16°19'27"O
  • Foto scattata giorno 2 marzo 2014 presso la stazione di Pedace (CS). Rifornimento idrico per la 353 delle Ferrovie Calabro Lucane.
  • License*: All Rights Reserved - photo in flikr foto flickr
    *The photographs are copyrighted by their respective owners.
  • Author: tusiapermeilcoltello Follow on flickr foto flickr
  • Date of photography: 2014-01-08 14:42:24
  • Geographical coordinates of the taken: 39°16'26"N - 16°20'18"O
  • License*: All Rights Reserved - photo in flikr foto flickr
    *The photographs are copyrighted by their respective owners.
Pizza
Pizza
  • Author: _Tempesta Follow on flickr foto flickr
  • Date of photography: 2011-08-18 20:11:46
  • Geographical coordinates of the taken: 39°13'42"N - 16°19'42"O
  • La grande bacinella di plastica bianca stava nello scaffale sopra alla cappa della cucina. Prendendola mi accorsi che non era granché pulita;il tempo e l'inutilizzo l'avevano resa rifugio per granelli di polvere in cerca di casa. La passai sotto l'acqua corrente strofinandone con una mano l'interno,poi la poggiai rivolta verso il basso dentro al lavandino per far sì che le gocce d'acqua scolassero via. Nel frattempo preparai sul tavolo i tre cubetti di lievito,il barattolo del sale,il pentolino con l'acqua calda ed un cucchiaio, poi ripresi la bacinella e ci passai dentro uno strofinaccio. Sbriciolati i cubetti di lievito sul velo creato dai tre cucchiai di sale, rimasi per due minuti a guardare la meraviglia della chimica che con una reazione tanto semplice quanto inaspettata,permette alle due sostanze di mescolarsi da sé, sciogliendosi in un liquido denso e compatto. Aggiunsi l'acqua calda per rendere tutto più fluido, poi la farina a poco a poco,mescolando bene per non formare grumi. Ad ogni gesto circolare del mio avambraccio che prendeva l'impasto dal fondo e lo riportava in alto, premendolo contro il centro della massa, la farina si assorbiva di più, creando un composto che passò dal liquido all'appiccicaticcio, poi dallo spugnoso al morbido. Gli strati di farina non ancora incorporata creavano dei lembi di pelle che scivolavano sul resto della pasta come lenzuola in un letto troppo piccolo per due persone. Quella pelle cosi spessa eppure tanto fragile che di lì a poche ore sarebbe diventata calda e croccante,ambrata dal calore del forno e dal pomodoro. Alcuni ricercatori tedeschi hanno condotto esperimenti sulla sintesi di strati di pelle creati utilizzando il latte di capra unito ad un enzima estratto dai ragni. La seta prodotta dai ragni è uno dei materiali più resistenti conosciuti in natura. Pare che Gengis Kahn facesse indossare ai suoi soldati della seta sotto alle corazze,per proteggerli dalle punte delle frecce nemiche ed evitare che penetrassero troppo in profondità al punto di non poter essere estratte dal corpo direttamente sul campo di battaglia. La pelle sintetizzata dagli scienziati teutonici pare essere a prova di proiettile;dieci volte piu resistente dell'acciaio. Le applicazioni sembrano essere molteplici: dalla creazione di mute impenetrabili alla integrazione genetica che permetterebbe di creare bulletproof-men. Allora pensai al mio nuovo corpo a prova di proiettile,all'impossibilità di sanguinare,di provare alcun tipo di dolore. Tutto sqrebbe stato acqua fresca che mi scivola sul corpo. Non avrei piu avuto possibilità di tagliarmi o di subire interventi chirurgici. Nulla mi avrebbe scalfito. Neppure se necessario. Ma no, pensai, non è questo che voglio. Dopo tutto la perfezione non sta nell'essere perpetui. L'arte non sta nella inalterabilità. Un fiore è bello perchè appassisce, perche ci ricorda che l'attimo in cui lo ammiriamo passerà. Ci ricorda il nostro essere perfettamente deperibili col suo essere perfettamente bello e morente già nell'attimo del suo piu alto picco di splendore. Immaginai me stesso come opera d'arte e decisi come volevo essere. Mi immaginai al seguito di un medico col volto coperto da una maschera a becco d'uccello lunga abbastanza da contenere chissà quali erbe aromatiche e pseudo curative che gli permettessero di coprire l'olezzo della mia carne in composizione. Mi immaginai col mio campanaccio appeso al collo a perdere brandelli di me stesso camminando all'infinito fino a disperdermi nel mondo come dissolvendomi pian piano. Immaginai l'atrocità delle sofferenze provate e pensai che per l'arte ...la mia arte...sarei morto. Mi immaginai lacerato mentre impastavo quella massa vischiosa. Grondare sangue putrido in quella coppa di plastica bianca. Macchiarla fino a colorarla tutta di rosso e poi inondare la cucina ed il tavolo, le sedie ed i vestiti e scorrere lungo le strade del mio paese inondandole e coprendo tutto. Mi sono visto galleggiare su una distesa di liquido rosso che rendeva ogni cosa uguale. Un orizzonte neutro e piatto in cui esistevamo solo io ed il mio sangue. Come un dio che tutto cancella sarei stato la perfezione e sarei morto annegato e dissanguato. La piu grande installazione artistica della storia. Messa in scena per me e me solo. L'unica cosa che conta. Io. Rivoltai l'impasto sul tavolo e ne feci palline grandi quanto un pugno. Le allineai per bene una accanto all'altra destinandone col pensiero ognuna ad un ospite. Le chiamai con i loro nomi e le sparsi di farina. Passandomi una mano sulla fronte grondante di sudore dissi a mia madre "sono pronte!". Mia madre copri con un canovaccio la pasta ed io andai in bagno a lavarmi le mani. I brandelli di impasto residuo attaccati alle mie dita si sgretolavano come fossero carne. Per un attimo li immaginai purpurei scendere per lo scarico del rubinetto. Mi allarmai, pensai "no, non così, non nelle fogne!" e tappai lo scarico per non farlo scorrere. Mi sciacquai la faccia poco prima che il lavandino traboccasse. Mia madre entrò in bagno e mi chiese "quanto tempo devono lievitare?". "Due o tre ore, con questo caldo anche meno. Giusto in tempo per l'arrivo degli ospiti". Poi mi accasciai sul divano ed accesi distrattamente la tv.
  • License*: All Rights Reserved - photo in flikr foto flickr
    *The photographs are copyrighted by their respective owners.
Fiorina
Fiorina
  • Author: _Tempesta Follow on flickr foto flickr
  • Date of photography: 2011-08-15 17:02:37
  • Geographical coordinates of the taken: 39°13'42"N - 16°19'42"O
  • "Lo conobbi nel 1935" mi disse; "Era la fine di Febbraio e quel giorno noi uccidevamo il maiale. Una volta era una festa. Venivano vicini di casa e tutti gli amici del paese. Si rimaneva fino a tardi la sera a suonare e cantare. Lui suonava la chitarra divinamente e per tutta la sera non mi tolse gli occhi di dosso. Si avvicinò a me e chiese - quanti anni hai? - ed io risposi che ne avevo 19. Da quella sera non mi lasciò piu." Continuai ad ascoltarla in quel caldo pomeriggio di ferragosto, col mio cane che correva dietro ai miei gatti in quel gioco di ruolo che da sempre hanno scelto di interpretare e che noi tutti pensiamo sia chissà quale repulsione reciproca. I miei genitori ed i suoi figli continuavano a parlare di argomenti inutili e mentre godevo del gusto di quella tazzina di caffè lei elencò per filo e per segno tutte le pillole che prende durante la giornata. Al mattino appena sveglia quella per la gastrite, poi alle nove quella per la pressione, prima di pranzo un'altra pillola "oggi me la sono portata dietro", nel primo pomeriggio un'altra ancora e tra un conteggio ed un altro mi racconta di come lo scorso anno a Giugno si è dovuta ricoverare. "25 giorni in ospedale! Era una settimana che non stavo bene e continuavo a tossire. Il medico disse che era tutto apposto, mi visitò le spalle da sopra la maglia interna -le spalle sono libere- disse e mi diede uno sciroppo fluidificante. Ma io che altro dovevo fluidificare? Allora sono andata dall'altro dottore, ora è in pensione, ma è un amico di famiglia. Mi visitò per mezz'ora e disse -hai una bronco polmonite e pure il cuore non mi piace, devi ricoverarti subito!-. Altro che sciroppo!". E poi ancora "...è bravo. Ora è in pensione da tanti anni, siamo sempre stati legati. E' stato lui a farci tornare qui in paese. Noi abbiamo girato tutta la Calabria, mio marito lavorava all'Enel e si spostava spesso, poi il dottore ci chiamò perchè c'era una casa in vendita e ci consigliò di comprarla. La rimettemmo tutta a posto, rifacemmo anche il tetto perchè quando pioveva e tirava vento entrava acqua in casa." Fino a quando "Una sera c'era Portobello in televisione, lui si addormentò sulla poltrona. Non amava essere disturbato quando dormiva sulla poltrona. Io salii in camera da letto e lui arrivò verso le due di notte. -Già che c'eri potevi stare fino a domani- lui rispose -E che c'è di male?- e ci addormentammo. Era passata poco più di mezz'ora e lui si alzò di scatto e disse che stava morendo, chiedeva aiuto. Mia figlia andò a prendere il dottore che era a casa di un altro paziente. Appena il dottore arrivò lo visitò e prese per fargli una iniezione. In quel momento disse le sue ultime parole -Salvatemi, sto morendo-. La vena non prese neppure una goccia dalla siringa, nello stesso istante era già collassato". Io guardai quella voce spezzata. Intravidi uno scintillio tra le palpebre. Prese con la sinistra il fazzoletto nascosto tra il palmo della destra ed il bastone, se lo passò sugli occhi e mi sorrise.
  • License*: All Rights Reserved - photo in flikr foto flickr
    *The photographs are copyrighted by their respective owners.
Ravioli Di Patate E Sgombro Alla Burro E Salvia @ 87050 Figline Vegliaturo Cosenza
Ravioli Di Patate E Sgombro Alla Burro E Salvia @ 87050 Figline Vegliaturo Cosenza
  • Author: _Tempesta Follow on flickr foto flickr
  • Date of photography: 2011-07-31 21:20:36
  • Geographical coordinates of the taken: 39°13'36"N - 16°19'50"O
  • Con parmigiano, origano, olio d'oliva, vino locale (via Foodspotting)
  • License*: All Rights Reserved - photo in flikr foto flickr
    *The photographs are copyrighted by their respective owners.
Bruschette Miste @ 87050 Figline Vegliaturo Cosenza
Bruschette Miste @ 87050 Figline Vegliaturo Cosenza
  • Author: _Tempesta Follow on flickr foto flickr
  • Date of photography: 2011-07-30 20:19:38
  • Geographical coordinates of the taken: 39°13'36"N - 16°19'50"O
  • Pane tostato con pomodori e mais, pomodori e tonno, pomodori e pecorino. Sale, origano, olio d'oliva. Vino locale. (via Foodspotting)
  • License*: All Rights Reserved - photo in flikr foto flickr
    *The photographs are copyrighted by their respective owners.
Bruschetta Con Pomodoro E Provola Fusa @ 87050 Figline Vegliaturo Cosenza
Bruschetta Con Pomodoro E Provola Fusa @ 87050 Figline Vegliaturo Cosenza
  • Author: _Tempesta Follow on flickr foto flickr
  • Date of photography: 2011-07-28 22:28:01
  • Geographical coordinates of the taken: 39°13'36"N - 16°19'50"O
  • Un pizzico di sale, un pizzico di origano, un giro d'olio d'oliva (via Foodspotting)
  • License*: All Rights Reserved - photo in flikr foto flickr
    *The photographs are copyrighted by their respective owners.
Insalata Di Pomodorini, Mozzarella, Mais, Tonno E Pecorino Crotonese @ 87050 Figline Vegliaturo Cosenza
Insalata Di Pomodorini, Mozzarella, Mais, Tonno E Pecorino Crotonese @ 87050 Figline Vegliaturo Cosenza
  • Author: _Tempesta Follow on flickr foto flickr
  • Date of photography: 2011-07-23 22:35:50
  • Geographical coordinates of the taken: 39°13'36"N - 16°19'50"O
  • Con un giro d'olio (via Foodspotting)
  • License*: All Rights Reserved - photo in flikr foto flickr
    *The photographs are copyrighted by their respective owners.
photos found. 21. Photos on the current page: 15
1 
1
Back to top